Stampanti laser - come scegliere la stampante giusta

Guida alla scelta di stampanti laser

Stampante Laser Monocromatica


Questo tipo di stampante rappresenta ancora la scelta più indicata per la produzione di documenti di testo, combinando qualità e prestazioni. A differenza di una inkjet, una stampante laser produce copie che si distinguono per una superiore precisione dei caratteri, che mostrano bordi più netti e definiti: questo risultato è da imputare al procedimento di stampa, che fonde sulla pagina finissime particelle di toner anziché emettere micro gocce d'inchiostro, che per loro natura tendono a espandersi nel contatto con le fibre porose della carta.

Anche per i modelli entry level, le prestazioni offerte da una laser monocromatica sono quasi sempre superiori a quelle di una inkjet. Infatti, ad una velocità di stampa superiore si abbinano la capacità di sostenere impegnativi carichi di lavoro e una maggiore robustezza delle componenti, un fattore decisivo per la longevità della periferica.
A determinare la scelta fra una laser o una inkjet è il tipo di output che si vuole realizzare.
Infatti, il fattore economico, in virtù della costante diminuzione dei prezzi, non rappresenta più un divario rilevante fra le due tipologie di unità, visto che è possibile trovare stampanti laser costruite dai vari produttori Brother, Canon, Epson, Hp o Xerox. Partendo dai 70 euro. Anche l'aspetto legato al costo è generalmente favorevole a questa categoria di stampanti; bisogna sempre fare attenzione alla durata del toner in dotazione, in genere ridotta rispetto ai consumabili standard. Sulla base di installazione, manutenzione e gestione, una laser è paragonabile a una inkjet e non crea difficoltà per gli utenti più inesperti.

Per connettività, le unità entry-level di primo prezzo sono perlopiù equipaggiate della sola porta Usb, a differenza di quelle acquistabili a prezzi più elevati, dotate anche di una porta parallela ed Ethernet per la connessione in rete locale e del modulo wireless per il collegamento a reti Wi-Fi. Come ad esempio il modello multifunzione HP Laserjet Pro Mfp M130fn dotato anche della opzione Fax, o la validissima serie Canon i-SENSYS anche lei dotata della funzione Fax.

Anche per la scelta delle stampanti laser valgono le regole generali citate in precedenza per le stampanti inkjet.

Stampanti laser a colori


Con questo tipo di stampanti è possibile ottenere precisione di testo, tipica di una stampante laser e da una presenza grafica a colori che rende i documenti più accattivanti e capaci di catturare maggiormente l'attenzione del lettore.

Il notevole ridimensionamento dei prezzi, consente di poter acquistare una stampante laser a colori a prezzi che partono da 150 euro per modelli compatti e con prestazioni più che accettabili.
Mediante una spesa contenuta, oggi è possibile dotarsi di una stampante in grado di soddisfare tutte le esigenze di stampa, eccetto quella fotografica che, in termini di resa qualitativa, resta appannaggio della categoria inkjet.
Le medesime considerazioni espresse per la laser monocromatiche valgono anche per le stampanti a colori, tranne alcune peculiarità che coinvolgono principalmente i costi di gestione e le prestazioni velocistiche. Basti pensare al costo di una pagina a colori, nettamente superiore a quello di una copia monocromatica, ma pur sempre conveniente a quello offerto da una stampante inkjet.

L'ampia offerta di stampanti laser, molto articolata di modelli compresi in una fascia di prezzo tra i 40 e gli oltre 600 euro, sicuramente non facilita una scelta d'acquisto. Dovremmo forse dire meglio " la scelta consapevole di una stampante laser ", infatti, oggi purtroppo si tende molto ad acquistare passivamente ciò che di volta in volta viene proposto al miglior prezzo dalla grande distribuzione.

Gli acquirenti che vogliono compiere una scelta più mediata si trovano a fronteggiare la frammentazione del mercato, la presenza di differenti tecnologie di stampa e tipologie di apparecchi.
Tutto ciò richiede una minima analisi preventiva, al fine di effettuare un acquisto bilanciato sulle effettive esigenze di stampa personali. In questa indagine non si dovrebbe trascurare il fatto che qualsiasi unità, oltre al prezzo di listino iniziale, determina costi di gestione variabili nel tempo in funzione della sua tecnologia, delle sue caratteristiche e delle modalità d'impiego.

Identificare il tipo di stampante laser più idoneo alle proprie necessità è il primo passo da compiere: un modello a quattro colori offre una resa soddisfacente sia nella stampa in ufficio sia in campo professionale a un prezzo di listino accettabile; una stampante a sei o più colori è indirizzata agli esperti tipografi in cerca di massima qualità; un modello laser in quadricromia produce testo e grafica in aspetto professionale; una laser monocromatica è più idonea per la stampa in volumi di documenti di testo. Bisogna poi scegliere tra una macchina mono o multifunzionale, periferica quest'ultima in grado di svolgere anche in autonomia le funzioni di copia, scansione, stampa ed eventualmente di gestione dei fax.

Altro elemento da tenere in considerazione è il costo di gestione dovuto all'impiego dei Toner per stampante. Infatti, se la scelta dei Toner ad alta resa e di una buona carta è una determinante per una stampa di qualità, lo è a maggior ragione per il costo di mantenimento della macchina.
A tale proposito esistono aziende come Cartucce.net che da anni, con passione basano la propria attività all'abbattimento dei costi che l'utente deve sostenere per il normale impiego della stampante distribuendo materiale compatibile (inchiostri per stampanti e plotter, toner, cartucce compatibili e carta speciale).